Home / Archive by Category "Indagini e investigazioni"

Archives

Gratien, nelle motivazioni della sentenza le parole della criminologa Bruzzone e del tecnico Reale

Ci sono anche le parole della criminologa Roberta Bruzzone e quelle pronunciate dall’ingegnere informatico Paolo Reali nelle motivazioni della sentenza di condanna di padre Gratien Alabi. Gli aspetti tecnici, sollevati dai consulenti di parte nominati dal legale di Mirco Alessandrini, Nicola Detti, hanno catturato l’attenzione della Corte e hanno concorso alla definizione di una sentenza che ha sposato in toto quanto ipotizzato dal pm Marco Dioni. “Siamo contenti che con il nostro contributo siamo riusciti a sostenere la pubblica accusa – ha detto  l’avvocato Detti – in particolare gli elementi cardine dell’impianto accusatorio, ovvero l’uso dei cellulari, i messaggi, il funzionamento delle celle e le letture dei tabulati. Alcuni grafici che erano stati mostrati in aula sono stati riportati all’interno delle 224 pagine. Dimostrazione questa di come,…

La video intervista integrale di Roberta Bruzzone con Red Ronnie: perchè Chico Forti è innocente

Ecco il video integrale con la bellissima intervista che abbiamo realizzato in diretta con Red Ronnie per spiegare il caso di Chico Forti, l’italiano da dodici anni in galera negli Usa, condannato all’ergastolo per un omicidio di cui è innocente – e vi spiego perchè. Ora il nostro obiettivo comune è uno solo: formare un grande movimento d’opinione, popolare e mediatico, per premere sulle istituzioni americane e chiedere il riesame del caso. E’ l’ultima grande speranza che abbiamo.  

La bellissima lettera di Chico Forti alla mamma: «Mamma, insieme ce la faremo»

Ecco l’articolo di Sergio Damiani sul quotidiano l’Adige che riassume il caso di Chico Forti. A questo link potete anche scaricare la bellissima lettera di Chico Forti a sua mamma. TRENTO – Le speranze per Chico Forti, condannato senza prove all’ergastolo il 15 giugno del 2000 dalla giuria popolare della Dade Country di Miami dopo un processo durato appena 24 giorni, sono riposte nel dossier curato dalla criminologa Roberta Bruzzone e dal’avvocato ed ex magistrato Ferdinando Imposimato. Il “report”, che per la prima volta in modo organico demolisce punto per punto il fragile castello accusatorio costruito intorno a Chico, è stato presentata nelle settimane scorse al Ministero della giustizia. A breve il dossier dovrebbe essere anche consegnato nelle mani del ministro degli esteri Giulio Terzi…

La mia ricostruzione del caso di Chico Forti

CHICO FORTI – LE ORIGINI Enrico Forti, per gli amici “Chico”, nasce a Trento nel 1959. È un ragazzo che ama gli sport e ha un fisico atletico, per questo dopo il liceo frequenta L’Isef e si specializza nel windsurf, ottenendo molti successi anche a livello internazionale. Grazie alla sua predisposizione per le lingue e alle sue doti comunicative, durante i suoi viaggi crea una fitta rete di contatti che gli torneranno utili più tardi, quando comincerà a svolgere lavori di matrice imprenditoriale. Nel 1990, a 31 anni, Chico Forti partecipa come concorrente al famoso quiz televisivo Telemike, condotto da Mike Bongiorno. Ogni concorrente è chiamato a rispondere a una serie di domande su un argomento a sua scelta: Chico sceglie la storia del windsurf…

Fiorello sostiene la causa di Chico Forti e il lavoro di Roberta Bruzzone

Dopo una domenica trascorsa su Twitter a lanciare messaggi con l’hashtag ” #ChicoForti” per far conoscere al mondo il caso di Chico Forti, ecco i primi ottimi effetti: Fiorello spiega il caso di Chico Forti. Così iniziamo a smuovere l’opinione pubblica italiana, per far crescere un movimento popolare che chieda la revisione del processo di Chico Forti, un italiano condannato innocente all’ergastolo.

Il report di Roberta Bruzzone demolisce il processo che portò Chico Forti in carcere

Roberta Bruzzone demolisce punto per punto il processo che nel 1999 portò in carcere Chico Forti. Nell’articolo firmato da Sergio Damiani su L’Adige viene presentato il report che la criminologa Roberta Bruzzone ha consegnato al Dipartimento di Giustizia il report, firmato anche dal giudice Ferdinando Imposimato. Ecco il testo dell’articolo: Il report/Il caso analizzato secondo la “criminal investigative analysis” “Il report della criminologa Roberta Bruzzone, che ha applicato al <<caso Forti>> le tecniche della criminal investigative analysis, risponde a molte domande sul delitto. La risposta è una: l’imputato è innocente. Forti aveva visto o conosciuto la vittima? No. Avete qualche motivo per pianificare il suo omicidio? No. Ci sono testimoni oculari che hanno visto Forti sulla scena del delitto? No. Sono state rilevate prove o…

Anche Vogue.it parla di Chico Forti

“Chi ha incastrato Chico Forti?” è il titolo del post su Vogue.it dedicato a diffondere l’incredibile storia di Chico Forti. “Tizio italiano se ne va a vivere in Florida, diventa campione di windsurf e conduttore televisivo, nonché intermediatore immobiliare; poi un giorno il figlio di uno degli uomini con cui fa affari viene trovato morto, e l’italiano viene sbattuto in cella per l’omicidio. Anche se potrebbe essere stato incastrato per aver ficcato il naso in un caso risolto e chiuso da tempo, l’omicidio di un celeberrimo stilista commesso dal suo ex amante… la storia di Enrico “Chico” Forti funzionerebbe alla perfezione come trama per un episodio di CSI: Miami sceneggiato da Bret Easton Ellis, ma è vita vera…” Per leggere l’articolo completo di Giulia Blasi,…

La criminologa Roberta Bruzzone fra Chico e Lorenc

Sul sito di “Trentino Corriere Alpi”, in un articolo firmato da Mara Deimichei, si fa il punto sulle mie indagini sul caso di Chico Forti e Lorenc Smoqi. “«Chico Forti è assolutamente innocente e Lorec Smoqi non era davanti alla biblioteca di Grigno quando è stato ucciso Luigi Del Percio». Come fanno ad essere collegate le due storie di cronaca distantissime – anche geograficamente – fra loro? Ad unirli è una donna, la criminologa Roberta Bruzzone, che da due anni segue per conto della famiglia la vicenda del surfista trentino da 12 anni in carcere in Florida e che da qualche settimana è stata nominata come consulente dall’avvocato difensore di Lorenc Smoqi.” Per continuare a leggere, ecco il link ufficiale.

1 2