Home / Media / Collaborazioni / Archive by Category "Intelligonews"

Archives

Droga Pink, Bruzzone: “Attenti alle analisi, solo test specifici le scoprono”

Intervista del 20 ottobre 2017 Droga Pink, Bruzzone: “Attenti alle analisi, solo test specifici le scoprono”   E’ un uomo di 42 anni di Torino la prima vittima italiana della droga U47700 conosciuta come “Pink” per il tipico colore rosa, droga sintetica ancora legale in Italia nonostante negli Usa abbia già mietuto una cinquantina di vittime. La moglie dell’uomo ha raccontato di come il marito negli ultimi tempi soffrisse di allucinazioni, fino ad addormentarsi a tavola mentre mangiava. E’ stata lei stessa ad accorgersi di come il marito acquistava la sostanza: acquisto online con spedizione domiciliare tramite raccomandata. E pare che chiunque, indipendentemente dall’età potrebbe acquistarla. Intelligonews ha chiesto un commento alla criminologa Roberta Bruzzone. Possibile che una droga così pericolosa, al punto da aver ucciso in…

Yara, criminologa Bruzzone: “Prove schiaccianti, così dai giudici messa pietra tombale sul caso”

Intervista del 17 ottobre 2017 Yara, criminologa Bruzzone: “Prove schiaccianti, così dai giudici messa pietra tombale sul caso”   Massimo Bossetti secondo i giudici di appello di Brescia che hanno confermato la condanna all’ergastolo già emessa in primo grado avrebbe “dato prova di un’indole malvagia, priva del più elementare senso di umana pietà. Ha colpito più volte, con azione prolungata, vigliaccamente e senza alcun segno di ravvedimento”. Il movente sarebbe nelle avances sessuali avanzate dall’uomo e respinte da Yara, I giudici di secondo grado hanno inoltre motivato le ragioni che hanno portato a negare la superperizia sul dna rinvenuto sugli indumenti della vittima richiesta dai difensori del muratore di Mapello, riconfermando la piena validità ed efficacia del lavoro svolto dagli inquirenti. Intelligonews ne ha parlato con la…

Vittime Weinstein, Bruzzone: “Accuse ambigue e tardive. Differenti violenza e ricatto sessuale”

Intervista dell’ 11 ottobre 2017 Vittime Weinstein, Bruzzone: “Accuse ambigue e tardive. Differenti violenza e ricatto sessuale” Si aggiungono nuove presunte vittime all’esercito delle star americane e non, che avrebbero denunciato di aver subito molestie sessuali da parte del produttore statunitense Harvey Weinstein. Gwyneth Paltrow, Angelina Jolie, Asia Argento e tante altre riferiscono, a distanza di anni dai fatti, di essere state vittime delle perversioni sessuali dell’uomo, che però tramite i suoi legali ha minacciato querele contro il giornale che ha scatenato lo scandalo, pubblicando i racconti dei presunti abusi. Weinstein ha ammesso di aver abusato di alcune donne chiedendo anche scusa per le sofferenze provocate loro, ma ha definito fasulle molte delle testimonianze pubblicate. Intelligonews ne ha parlato con la criminologo Roberta Bruzzone.   Accuse…

Sabrina Misseri “fredda calcolatrice”. Per Bruzzone “capacità criminale sconcertante”

Intervista dell’ 11 ottobre 2017 Sabrina Misseri “fredda calcolatrice”. Per Bruzzone “capacità criminale sconcertante” Sono uscite le motivazioni con cui la Cassazione ha confermato le condanne all’ergastolo per Sabrina Misseri e la madre Cosima Serrano per l’omicidio di Sarah Scazzi negando loro ogni possibile sconto di pena. I giudici evidenziano come Sabrina sia stata abile nel porre in atto “una fredda pianificazione di una strategia finalizzata, attraverso comportamenti spregiudicati, obliqui e fuorvianti al conseguimento dell’impunità”. Sabrina Misseri in pratica “strumentalizzando i media” avrebbe tentato di deviare le investigazioni spingendole verso piste fasulle, non ultima quella di addossare la responsabilità al padre Michele condannato a 8 anni di carcere. Sabrina dunque spietata manipolatrice? Per la criminologa Roberta Bruzzone contattata da Intelligonews non ci sono dubbi. La Cassazione…

Maniaco dell’ascensore, Bruzzone: “I sadici tornano a colpire. Liberi per vuoto normativo”

Intervista del 29 settembre 2017 Maniaco dell’ascensore, Bruzzone: “I sadici tornano a colpire. Liberi per vuoto normativo” Era stato condannato a 14 anni di carcere per reati a sfondo sessuale compiuti fra il 2004 e il 2006 ma era uscito dopo soli otto anni. Una perizia lo aveva definito affetto da “narcisismo istrionico con tendenze sadiche”. Il “maniaco dell’ascensore” così era stato definito all’epoca della condanna, ritenuto responsabile di ben 25 stupri, è tornato a colpire violentando a Milano una ragazzina di 13 anni. Come è possibile? Nessuno lo controllava? Nessuno ha pensato che una volta tornato libero sarebbe tornato a colpire? Intelligonews lo ha chiesto alla criminologa Roberta Bruzzone.   Era prevedibile che quest’uomo tornasse a colpire? “E’ noto che i predatori sessuali, soprattutto quelli con matrice sadica, hanno…

15 enne morta, Roberta Bruzzone: “Perchè non parlerei di vendetta trasversale. Troppa sottovalutazione”

Intervista del 21 settembre 2017 15 enne morta, Roberta Bruzzone: “Perchè non parlerei di vendetta trasversale. Troppa sottovalutazione È morta Nicolina Pacini, la quindicenne che ieri, intorno alle 7.30, stava scendendo le scale di via Zuppetta a Ischitella quando gli si è avvicinato Antonio Di Paola chiedendole della mamma e al rifiuto di rispondergli le ha sparato colpendola al viso. La ragazza è morta poco prima delle 7 di questa mattina per un ennesimo arresto cardiaco. Oggi, con Roberta Bruzzone, IntelligoNews parla di vendetta trasversale. Si parla di vendetta trasversale. Che cos’è e quanto è diffusa?” Non parlerei di vendetta trasversale, parlerei quasi di omicidio per interposta persona. E’ una storia dal sapore persecutorio. C’è quest’uomo chiaramente ossessionato da questa donna e dal fatto di non poterla…

Stupri, per Bruzzone: ”Non di più, ma brutali. Roma e Catania? Due predatori diversi”

Intervista del 19 settembre 2017 Stupri, per Bruzzone: ”Non di più, ma brutali. Roma e Catania? Due predatori diversi” Una vicenda dai contorni terribili ha scosso la città di Roma nella giornata di ieri. Ha spiegato di essere stata picchiata, rapinata e violentata la 57enne tedesca trovata nel cuore di Villa Borghese nuda, legata ad un palo e con un fazzoletto nella bocca. A ritrovare la donna in stato di choc, da sei mesi in Italia e senza fissa dimora, e a liberarla è stato un tassista romano, che si è fermato, l’ha slegata e chiamato la polizia. La donna è stata poi portata in ospedale dove i medici, si legge, avrebbero riscontrato i segni di una violenza sessuale. E poi stamane la notizia dello stupro di…

Caso Noemi, Bruzzone: “C’erano segni premonitori, lui lucido. Colpita da genitori in video…”

Intervista del 14 settembre 2017 Caso Noemi, Bruzzone: “C’erano segni premonitori, lui lucido. Colpita da genitori in video…” Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha avviato tramite l’ispettorato accertamenti preliminari sulla procura per i minorenni di Lecce sul cui tavolo c’erano le segnalazioni della mamma di Noemi Durini contro il fidanzato 17enne della ragazza, che ha confessato l’omicidio. Gli ispettori del ministero dovranno verificare se l’omicidio della 16enne poteva essere evitato. Che potesse essere evitato ne è convinta la criminologa Roberta Bruzzone intervistata da Intelligonews. Si parla in queste ore di tragedia annunciata. La stessa Noemi pare avesse postato sui social messaggi che lasciavano intendere come lui fosse violento. I genitori lo avevano capito da tempo. Perché dunque non si è riusciti a salvarla? “Bella domanda! Qui…

Stupro Firenze, furia della Bruzzone contro le bufale e su video: “Come una pistola fumante”

Intervista del 11 settembre 2017 Stupro Firenze, furia della Bruzzone contro le bufale e su video: “Come una pistola fumante” Un video ripreso con il cellulare potrebbe essere la prova regina nel caso del presunto stupro delle due studentesse americane avvenuto a Firenze. Si tratterebbe di un filmato di pochi secondi che inguaierebbe i due carabinieri accusati. Per il momento uno dei due ha ammesso il rapporto, dicendo però che era stato “un atto sessuale consenziente”, mentre l’altro carabiniere ancora non si è presentato in procura. Su questa vicenda che sta facendo tanto discutere, IntelligoNews ha intervistato la criminologa Roberta Bruzzone. Che importanza può avere questo video per l’accusa? “Non so se questo video esiste, ma da quanto sembra essere trapelato a livello giornalistico, pare che possa…

Parla Roberta Bruzzone: per stupro di Rimini “c’è chi rischia pene non più elevate di 6 anni”

Intervista del 05 settembre 2017 Parla Roberta Bruzzone: per stupro di Rimini “c’è chi rischia pene non più elevate di 6 anni” Non si fermano le polemiche sullo stupro di Rimini. I quattro fermati sono un 20enne richiedente asilo congolese (Guerlin Butungu che si difende: “Non c’ero, avevo bevuto e mi sono addormentato”), due fratelli marocchini, di 15 e 17 anni, nati in Italia, che hanno confessato negando però di aver partecipato allo stupro della turista e un 16enne nigeriano. I tre minorenni attualmente si trovano nel carcere minorile bolognese di via del Pratello, l’unico maggiorenne invece è dietro le sbarre a Rimini. Sulle possibili pene che potranno essere comminate, Intelligonews ha intervistato la criminologa Roberta Bruzzone.   Il capo della sezione dello Sco (il Servizio centrale operativo) che…

1 2 3 11