quotazione oro hotel siena imbracatura di sicurezza posizionamento su google

banner-960-il-grande-abbaglio

Stampa

25 agosto 2012 - Maniago - Roberta Bruzzone ospite della rassegna "Giallo a Maniago" per presentare il suo ultimo libro

. Archiviato in. 2012 incontri ed eventi

Pin It

alt

Si delineano gli appuntamenti – tutti ad ingresso gratuito - della terza edizione di “Giallo a Maniago”, costola noir della rassegna Pordenone Pensa, organizzata dalla Provincia di Pordenone e dal Circolo Culturale Eureka, in programma sabato 25 e domenica 26 agosto al Teatro Verdi di Maniago.

Il calendario propone un’ampia gamma di argomenti agli appassionati di criminologia: il mondo del crimine viene analizzato dal punto di vista scientifico, psicologico, del criminal profiling, del fatto di cronaca.

Ad inaugurare il programma c’è Roberta Bruzzone (sabato 25 alle 18), criminologa che ha trattato alcuni dei casi più scottanti degli ultimi anni. Tra questi ci sono la strage di Erba (uccisi a colpi di coltello e spranghe Raffaella Castagna, il figlio, la nonna e la vicina di casa), l’omicidio pieno di ombre della quindicenne Sarah Scazzi (la carambola di colpi di scena investe prima lo zio Michele Misseri quindi la cugina Sabrina e in seguito la zia), l’assassinio di Melania Rea (uccisa con 35 coltellate) ma anche il caso di abusi nella scuola materna Olga Rovere, quello della setta di Brescia e quello dei fidanzati di Policoro. Un appuntamento condotto dal giornalista Lorenzo Padovan e che punterà a far luce sul lavoro dell’esperta ligure, sulle modalità con cui si analizza la scena del crimine, sulle sue esperienze, sulle procedure investigative, con un occhio al suo libro “Chi è l’assassino – diario di una criminologa” (Mondadori, 2012).

Criminologia - Scienze forensi - Criminal profiler - Scena del crimine - Bloodstain pattern analysis